PROGETTO FORMATIVO

«Nella mia esperienza teatrale ho capito che si i può fare a meno di tutto, delle scene, delle musiche, dei decori, quello che è essenziale è l'attore. La vita dell'attore.» Peter Brook

STRUTTURA DEL CORSO
Il percorso didattico dell'Accademia si articola in tre anni di studio intenso, con una frequenza di 8 ore al giorno + workshop intensivi e Residenziali di Bioenergetica + saggi ed esercitazioni sceniche per un totale di 1200 ore formative al primo anno e 1400 al secondo e terzo anno + saggi ed esercitazioni sceniche. L'ingresso alla prima classe è su selezione e due esami annuali scandiscono e qualificano il percorso formativo di ogni studente. La frequenza alle lezioni è obbligatoria. Il percorso formativo di ciascun allievo è attentamente monitorato, valutato e poi espresso in voti e giudizi dalle commissioni esaminatrici, formate dai docenti interni e da rappresentanti della cultura e dello spettacolo esterni alla scuola. Le verifiche annuali si svolgono a metà anno (Esame Accademico) e a fine anno in occasione del Saggio finale. In quest'ambito, il corpo docente ha facoltà di rimandare gli allievi a nuovo esame, di bloccare il passaggio di corso o di prendere qualsiasi provvedimento ritenga necessario.

PROGETTO FORMATIVO
L’Accademia, giunta al suo ventesimo anno di vita, è impegnata ogni giorno a riconoscere, educare e valorizzare il giovane talento, seguendolo in tutte le fasi del suo percorso di formazione. Più di venti insegnanti, in stretto coordinamento didattico, mettono la loro competenza e la loro passione al servizio degli allievi attori, ciascuno nella propria specificità e con le relative modalità didattiche.
Le lezioni, teoriche e pratiche, si incentrano sui principi dell'arte scenica e alternano metodologie frontali, basate sulla trasmissione dei contenuti con metodologie attive, dove l’insegnante allena l’allievo a porsi domande significative e a ricercare personalmente le risposte, incoraggiandolo a crearsi un proprio metodo di lavoro, senza imporre un dogma; gli allievi partecipano attivamente alla lezione e rielaborano, accettando la provvisorietà delle risposte, nella consapevolezza che per un vero artista la ricerca non finisce mai.
Le lezioni hanno l'obiettivo di condurre ogni allievo diplomato ad una formazione attoriale solida, completa e raffinata per affrontare con serenità e determinazione provini e audizioni nel mondo dello spettacolo, nonché concorrere in modo creativo e progettuale alla vita culturale e artistica di questo paese. 

«Ogni cosa nell'esperienza umana, a partire da un'arancia, ha un fuori e un dentro. [...] Il vero attore, l'attore che ti ricorderai per tutta la vita, è l'attore che ha luce interiore, una luce che entra in ogni dettaglio della sua performance...» Peter Brook

Partendo dal presupposto che esista un mondo interiore misterioso, ineffabile, sede dell'inconscio e di tutta la zona magica e poetica dell'esistenza, nonché prima sede della vocazione artistica, la scuola propone un progetto formativo che, allo studio rigoroso delle Tecniche di Recitazione secondo i migliori modelli pedagogici del '900, affianca un intenso Training Olistico, per curare e sviluppare la qualità del contatto con se stessi, con le emozioni profonde e per imparare a trasformare sul palcoscenico la vita interiore in vibrazioni energetiche di autenticità. La scuola altresì riconosce la pratica d'attore come fase essenziale per l'apprendimento della Recitazione, momento di sintesi dei due percorsi.

Lezioni tecniche ogni mattina, esercizi di recitazione nelle ore pomeridiane, sale prova per lo studio e la ricerca, workshop con attori, registi, casting e organizzatori, collaborazioni con Teatri, Università, Accademie artistiche, esercitazioni pubbliche, saggi e produzioni teatrali scandiscono la vita quotidiana dell’Accademia.

IL PIANO DI STUDI INCLUDE
-  Esercizi di recitazione, basati sui metodi Stanislavskij, Cechov, Lecoq, Grotowski, Mejerchol'd che comprendono le applicazioni per Teatro e Cinema
-  Training e Improvvisazioni
-  Drammaturgie contemporanee e classiche: studio, analisi ed esercizi interpretativi
-  Studio della voce e della parola, che comprende lezioni di respirazione, dizione, modulazione vocale, lettura, canto individuale e corale
-  Studio del movimento, che include Danza, Ritmica, Solfeggio, Acrobatica, Combattimento scenico
Laboratori di Commedia dell'Arte e Musical Theatre
-  Training olistico, basato su Alexander Lowen, sull’analisi dei Chakras, sui principi delle arti marziali e su tecniche di supporto quali Counseling a mediazione artistica, Yoga e Pilates
-  Stage di perfezionamento e di avviamento professionale con Maestri esterni
-  Stage di Organizzazione Teatrale, per orientarsi nel mondo del lavoro, della cultura, dello spettacolo, italiano ed europeo
-  Saggi ed esercitazioni sceniche

OPPORTUNITA’
Uno dei punti di forza dell’Accademia è la convivenza del Corso di Recitazione e del Corso Professionale per Registi e Dramaturg, un connubio capace di creare moltissimi e interessanti sviluppi per il futuro dei giovani artisti. Durante i tre anni di studio, infatti, gli allievi attori, registi e drammaturghi hanno l’opportunità di imparare a dialogare e collaborare, perfezionandosi ciascuno nel proprio ruolo specifico.

INCONTRO COL PUBBLICO
Durante il triennio, il lavoro degli allievi attori viene presentato al pubblico e agli operatori del settore (registi, casting, agenzie, produttori, organizzatori) in occasione del saggio finale, che si svolge in un teatro riconosciuto della Capitale. Oltre ai saggi di recitazione, gli allievi attori recitano anche nei saggi degli allievi registi e spesso sono coinvolti nelle produzioni della compagnia Cassiopea; hanno inoltre la possibilità di partecipare all’Autocorso annuale, un concorso di corti teatrali scritti e diretti dagli allievi. Durante il terzo anno, gli allievi sono coinvolti in ulteriori progetti scenici, dentro e fuori la scuola, aperti al pubblico e agli operatori del settore, diretti da registi professionisti.

AVVIAMENTO PROFESSIONALE
Il triennio prevede la partecipazione a workshop intensivi di approfondimento e di avviamento al lavoro condotti da professionisti del mondo dello spettacolo e incontri con illustri Maestri della scena, tra cui registi, attori, organizzatori teatrali, casting directors, light designer, truccatori. Al terzo anno, è prevista la partecipazione come attori ad un corto cinematografico professionale e al relativo doppiaggio in sala di incisione.

SBOCCHI
Il programma del triennio fornisce all’allievo abilità nella recitazione, nell’uso del corpo e della voce; tali competenze sono applicabili a tutti i settori dello spettacolo tra cui Teatro, Televisione, Cinema, Doppiaggio e Radio. Il dialogo tra attori e registi, il training olistico, la pratica di palcoscenico e soprattutto la vocazione all’apertura, allo scambio e al confronto con le più attive, significative e controverse realtà del mondo del lavoro, rappresentano il cuore del programma di formazione professionale dell’Accademia che, negli anni, ha saputo conquistarsi riconoscibilità e stima presso alti rappresentanti del mondo della cultura e dello spettacolo.

COLLABORAZIONI
L'Accademia Cassiopea collabora con Romaeuropa Festival - Festival Teatri di Vetro 10 - Università degli Studi Roma Tre (Master in Professioni e linguaggi cinema, video, televisione) - Accademia di Trucco - Scuola Romana di Circo - S.I.A.B. - Accademia di Belle Arti RUFA | Scenografia - Istituto di Stato per la Cinematografia e la TV Roberto Rossellini - Scuola di Videodesign I.E.D. - Federico Ferrantini - The Blob Video

Per approfondire