STEFANO RUGGERI

PRESENTAZIONE WORKSHOP "LO STRALCIO - Frammento di vita del personaggio"

La sceneggiatura, come materia attraverso cui prende vita il film, nel suo essere “unità” è per sua stessa natura “carne da macello”. È, infatti, uno strumento che deve poter essere scomposto e ricomposto, frammentato e riarticolato secondo le necessità produttive di realizzazione. Anche nelle mani dell’attore la sceneggiatura si atomizza in scene, battute, micro azioni. Il personaggio stesso è costantemente costruito e scomposto, sezionato e reintegrato. L’unità del ruolo che si manifesta nella complessità della sceneggiatura, quando arriva ad incarnarsi nell’attore, sul set, lo fa solo ed esclusivamente in forma strutturalmente disorganica.

La chiave di tutto questo processo è il rapporto tra l’attore e lo stralcio. L’attore, infatti, da quando entra in contatto la prima volta con il suo personaggio, cioè nella fase di casting, fino a quando si troverà ad interpretarlo non farà altro che relazionarsi con pezzi di sceneggiatura, stralci dunque. In molti casi, si tratta di tutto quello che l’interprete ha a disposizione per costruire la parte in maniera coerente, pur rimanendo all’oscuro di quanto la sceneggiatura completa racconti. Come approcciarsi a questo strumento? Come costruire un personaggio partendo da poche battute e una scarna descrizione? Quali fattori interverranno nella riuscita di un provino e quali altri nella riuscita del ruolo sul set avendo sempre e comunque tra le mani nient’altro che un pezzo di sceneggiatura? Il workshop vuole partire proprio da queste domande cercando un approccio tanto teorico, quanto pratico, così da poter offrire strumenti utili agli studenti per confrontarsi con le difficoltà creative proprie di questo mestiere e con il processo che porta alla realizzazione di un personaggio attraverso una destrutturazione del testo unitario.

 
MATERIE

Maestro ospite per il Progetto di Studio 3 "Cinema", TIME - Cinematography: Act of Creation

 
PRESENTAZIONE

Stefano Ruggeri è Dottore di Ricerca in Storia del Teatro e dello Spettacolo presso l’Università di Roma “La Sapienza”, autore di saggi e volumi di teoria del teatro e critico cinematografico e teatrale per diverse testate. Dal 2006, pur continuando il suo impegno nella ricerca e l’insegnamento presso accademie di arti performative e università, inizia la sua carriera in ambito cinematografico prima nel settore Casting, per poi passare a lavorare come Editor e Delegato di Produzione sul set di molteplici progetti cinematografici e televisivi.