Aiutaci a crescere

 

VENT'ANNI DI STORIA
Cassiopea si dedica ad attività di formazione e divulgazione della cultura e della pratica di palcoscenico dal 1997, finanziandosi autonomamente e senza aver mai ricevuto fondi pubblici. E' sopravvissuta a cento tempeste, grazie alla fiducia degli insegnanti e all'amore di centinaia di allievi.

Cassiopea si ispira al principio per cui la scuola, in qualità di educatore, abbia soprattutto il compito di dare il buon esempio nel tenere saldi i principi di legalità, trasparenza, meritocrazia, pari opportunità, inclusione, rispetto e ascolto delle giovani generazioni. Sostenere i giovani meritevoli nello studio e nella professionalizzazione è sempre un vantaggio collettivo, nonché un impegno civile, un atto lungimirante e poetico. E molto poco remunerativo.

Cassiopea ha sempre investito sul futuro puntando sulla qualità del processo formativo dei prossimi protagonisti della scena italiana, con spirito associativo e senza fini di lucro.

Ci accingiamo ora ad affrontare un delicato passaggio istituzionale, che potrebbe portare nuova forza e numerosi vantaggi all'intera scuola, anche in termini di politiche di sostegno, tra cui l’erogazione di borse di studio, a favore degli studenti più disagiati. Per ottenere le ultime certificazioni necessarie, per soddisfare i requisiti tecnico-legali, ci si richiede una cifra che la scuola potrebbe accumulare, forse, fra dieci anni. Nessun instituto bancario, nonostante la nostra lunghissima attività certificata, accetta di erogarci un prestito o graziarci di un fido, non possedendo immobili da offrire in garanzia. Ma siamo armati di speranza.

Per una soluzione, un consiglio, un aiuto:

direzione@cassiopeateatro.org

Per una donazione:

Associazione Culturale Cassiopea
Banca Intesa SanPaolo
IT75L0306909606100000144216
Causale: Erogazione Liberale

A ciascuna donazione corrisponderà una ricevuta* da presentare nella dichiarazione dei redditi.

GRAZIE
Tenerezza Fattore
Presidente

* L’erogazione, come introdotto dall’art. 13 D. Lgs. 460/97:

  • – è detraibile dall’imposta sulle persone fisiche (IRPEF) per un importo pari al 19% dell’erogazione da calcolarsi su un massimo di € 2.065,83 (art. 15, comma 1, lettera i-bis) del D.P.R. 917/1986);
  • – è deducibile dal reddito di impresa per un importo non superiore a € 2.065,83 o al 2% del reddito di impresa dichiarato (art. 100, comma 2, lettere a) e h) del D.P.R. 917/1986).

In alternativa, sia per le persone fisiche che per le imprese:

  • – è deducibile dal reddito complessivo nel limite del 10% del reddito complessivamente dichiarato e comunque nella misura massima di € 70.000,00 annui.